Come utilizzare borse, zaini e bauletti in moto

borse touring

Questa vuole essere una guida definitiva alla gestione dei bagagli in moto, con alcuni consigli per i più zavorrati. Borse, zaini, bauletti, borsoni, cinghie, ognuno ha la sua tecnica e preferenza su come aumentare spazio sulla moto. In questo articolo elencheremo tutte le opzioni disponibili per caricare ulteriore spazio utile per il deposito di accessori e tutto l’occorrente che possa servire a un motociclista per affrontare un lungo viaggio in moto.

Durante i viaggi, soprattutto quando si è in due, lo spazio non basta mai. Le borse laterali e il bauletto, sono la miglior soluzione per aumentare lo spazio di carico sulla moto e restare comunque in un buon standard di sicurezza. Ma alle volte lo spazio non è sufficiente, quindi siamo costretti a installare una borsa sul serbatoio e lo zaino in spalle.

Più spazio… più spazio… è quello che richiede il passeggero, che spesso non è un vero motociclista/a.

Adattarsi a viaggiare con l’essenziale non è da tutti, ci sono persone che non riescono a rinunciare a nulla quando sono in viaggio. Per questo è importante organizzare bene gli spazi e il peso. Ed è proprio dalla spazio che vogliamo iniziare, svelandovi un segreto prezioso. In moto non possiamo portare tutto quello che vogliamo, ma l’essenziale per un viaggio SI! Una volta capito questo concetto, possiamo andare avanti.

Indice


Scelta della moto

Un vecchio saggio disse: “dimmi che moto hai e ti dirò che borse acquistare“. Non c’è nulla di più vero, anche se a tutti piace viaggiare in moto e percorrere strade panoramiche in montagna o mare. Il motociclista si distingue in due grandi categorie: pistaiolo e viaggiatore. Il restante, sono solo possessori di moto che possono essere definiti degli ibridi, adorando entrambe le categorie. Non c’è nulla di male nell’essere un ibrido, perché nella realtà il motociclismo è diversità e passione per le due ruote.

Un motociclista pistaiolo di solito si adatta facilmente durante i viaggi, quindi carica giusto l’essenziale. Il più delle volte, porta solo lo stretto necessario per sopravvivere 1-2 giorni, inteso anche come abbigliamento e accessori. L’unica cosa che tutti i motociclisti e motocicliste non devono mai rinunciare, è l’intimo, perché quello occupa poco spazio e non possiamo farne a meno.

Mentre i motociclisti viaggiatori, li riconosciamo per le moto da touring e dalla quantità di bagagli e di borse che hanno su di essa. Alcuni sembrano partire per un viaggio infinito, quando invece stanno uscendo per un solo week end (ma questa è un’altra stodia). Non giudichiamo nessuno, ad ognuno la sua moto, ma ricordiamo sempre che siamo motociclisti e bisogna viaggiare liberi e leggeri.

Gestire il baricentro

Gestire il baricentro quando si viaggi in moto è fondamentale per la nostra sicurezza. Quando si caricano borse laterali, bauletti e zaini sul serbatoio, non dimentichiamo di bilanciare i pesi e gestirli in modo ottimale. Per fare questo ci sono alcuni consigli basilari, ma prima vediamo perché il baricentro è importante

Il baricentro potrebbe essere inteso come il punto dove si concentra il peso maggiore della moto. Cosa significa questo? Se viaggiamo da soli con la moto completamente scarica di bagagli, il baricentro potrebbe essere posizionato all’altezza del motore, quindi avanti rispetto a dove siamo seduti. In caso contrario, se carichiamo un bauletto con 30 kg e aggiungiamo un passeggero dietro di noi, in questo caso il baricentro sarà molto più arretrato. Ma a cosa serve sapere questo? Gli ammortizzatori delle moto sono tarati per gestire un certa tipologia di peso, baricentro e squilibrio anteriore/posteriore. Se andiamo ad alterare questi pesi, ci sarà uno squilibrio dinamico, questo vuol dire che la nostra stabilità di guida sarà compromessa.

Ebbene, per non modificare troppo l’assetto della nostra moto è buona norma avere un baricentro il più basso possibile. Questo significa che, tutto il carico maggiore deve essere posizionato sulle borse laterali. Pertanto, utilizzare la borsa da serbatoio e il bauletto per le cose più leggere. Ma cosa ancora più importante per evitare che il baricentro teorico si sposti durante la guida, per questo tutti i bagagli devono essere fissati saldamente alla moto. Con questo intendiamo anche le buste sospese sul manubrio e i carichi liberi di muoversi all’interno del bauletto.

Ogni volta che freniamo, acceleriamo, affrontiamo una pendenza o prendiamo una curva troppo stressa, in tutti questi casi il carico libero di muoversi ci sposterà il baricentro. Questo si traduce in una instabilità durante la normale marcia.

Bauletto posteriore

bauletto moto

Pariamo con il bauletto posteriore che si posiziona sul codone. Questo è la tipologia di carico peggiore in moto, perché sposta il peso sul posteriore, alleggerendo l’avantreno. Se proprio non possiamo farne a meno, è buona norma caricare le cose più leggere possibili. Caschi e accessori ingombranti ma leggeri, limitiamo il carico posteriore è importante per evitare uno squilibrio del baricentro.

Altra cosa importante è il massimo carico che i bauletti possono trasportare, è questa si misura in kg e non i litri. Quest’ultimi vengono utilizzati per misurare la grandezza della borsa, infatti in tutti i zaini e bauletti vengono riportati la quantità di litri e le misure in centimetri. Pertanto, controlliamo il foglio d’istruzioni e libretto d’uso del bauletto e accertiamoci del carico massimo trasportabile. Questo dato non è un consiglio, ma è un obbligo legale che indica entro quale peso il dispositivo conserva tutte le caratteristiche tecniche e di sicurezza. Il peso di solito è di 3-4 kg, ma ci sono anche maxi-bauletti che arrivano a 10 kg, tutto dipende dal modello e dalla tipologia di aggancio.

Quando vediamo un bauletto grande e e spazioso, questo non vuol dire che possiamo caricarci qualsiasi oggetto pesante entri all’interno. Questo accessorio andrebbe utilizzato con strategia. Metterci una bella confezione d’acqua che pesa circa 10 kg, non solo causeremo uno spostamento del baricentro verso l’alto, ma andremo ad alleggerire l’avantreno con una possibile perdita di aderenza della ruota anteriore. Inoltre, come abbiamo detto in precedenza, non dimentichiamo di fissare il carico all’interno del bauletto, soprattutto se questo è di dimensioni piccole e ha un peso eccessivo. I carichi nel bauletto vanno tenuti il più fermo possibile e evitato di lasciarli liberi di muoversi (e sbattere ovunque).

Bauletto scooter o moto?

offerta libro Due Ruote in Perfetta forma di DuoMoto.it
Due Ruote in Perfetta Forma: Guida e Registro di Manutenzione.
Disponibile al prezzo di un aperitivo su Amazon.it, Clicca qui

Attenzione ai venditori poco onesti che ci vendono il bauletto da scooter per uno adatto alla moto. Ogni bauletto è differente, anche se esteticamente possono sembrare uguali. La resistenza e qualità dei bauletti da moto sono differenti e superiori a quelli da scooter. Esteticamente possono sembrare simili, ma non sono completamente intercambiabili poiché le moto e gli scooter sono progettate in modo diverso.

In linea generale, i bauletti per le moto sono stati creati per adattarsi alle specifiche esigenze della moto, come ad esempio la forma del sedile e la posizione in cui andranno fissati. Inoltre, i bauletti per la moto tendono ad essere più grandi e robusti, così da poter contenere un maggior numero di oggetti e resistere alle vibrazioni a cui è sottoposto.

I bauletti per gli scooter, d’altra parte, sono progettati per adattarsi alle specifiche esigenze degli scooter, quindi meno performanti perché devono resistere a minori sollecitazioni. In genere, i bauletti per gli scooter sono più piccoli e leggeri dei bauletti per moto.

Zaino

Il classico zaino è quello che tutto i motociclisti utilizzano anche per il giro “domenicale”. Si tratta del sistema migliore e più utilizzato dai motociclisti per trasportare PC, Tablet e tutti gli accessori per l’uso quotidiano o il pranzo a sacco della domenica. E’ sempre consigliato inserire oggetti leggeri, tipo: abbigliamento, giubbotti, telo copri-moto, impermeabile, etc. Inserire indumenti morbidi ha il vantaggio anche di essere protetti in caso di caduta o rotolamento al suolo.

Occorre ricordare che gli zaini non possono sostituire il paraschiena, che va sempre indossato sotto la giacca da moto. Il nostro consiglio è mettere le cose più morbide nello zaino, posizionandole proprio nella parte che andrà a contatto con la schiena, così da non creare fastidio durante la marcia.

Borse laterali

borse laterali

Per trasportare gli oggetti più pesanti,si consiglia di utilizzare delle borse laterali, perché rendono la moto più stabile e abbassano il baricentro. Appare evidente che sia rigide che morbide, i bauletti e meglio installarli a coppia. Si, forse l’estetica ne risentirà un po’, ma ricordiamo che la sicurezza viene prima di tutto.

Prima di acquistarli verificare che le borse non sporgano di oltre 50 cm dalla moto e che siano compatibili con la nostra moto. Montare sempre un telaietto rigido di sostegno, che di solito viene dato in dotazione all’atto dell’acquisto. In caso contrario, richiediamo al rivenditore o acquistiamo dei supporti adatti alla nostra moto. Cerchiamo di non compromettere troppo l’aerodinamica e il bilanciamento del motociclo.

Non appena le borse saranno carichi entro i limiti massimi dei 15km a borsa, teniamo in considerazione che abbiamo +30 kg di zavorra che fuoriescono dal profilo della moto. La stabilità della moto non subirà grosse variazioni, ma sentiremo la moto più pesante quando andremo ad affrontare curve lente e nelle manovre a basse velocità.

Rigide o morbide

borse laterali rigide

Ci sono diverse correnti di pensiero. Da un lato abbiamo chi preferisce la rigidità perché la ritiene più sicura, e dall’altro lato abbiamo chi predilige le borse morbide per avere molta più “elasticità” all’atto del riempimento. Quale sia il migliore è una questione molto personale, dipende dall’utilizzo che ne faremo e dalla tipologia di moto. In un’altro articolo abbiamo affrontato il problema e le risultanze sono molto soggettive.

Quelle rigide hanno uno spazio “fisso” a disposizione, sono più stabili e mantengono il carico più al sicuro in caso di caduta da fermo. Appare evidente che in tal caso la scelta ricadrebbe sulle borse laterali in alluminio, perché più leggere e più resistenti della plastica.

Quelle morbide hanno diversi vantaggi, tra questi abbiamo: una maggiore capienza, alcuni modelli possono essere ampliati con apposite cerniere e sono molto, ma molto, ma molto più economiche. L’abbiamo detto che sono più economiche delle borse di alluminio. La differenza è veramente esorbitante, parliamo di 100-150 euro per delle ottime borse in tessuto, mentre possiamo superare i 1.200-1.300 euro per un kit di valigie in alluminio.

Borse da serbatoio

Le borse da moto sono la scelta più popolare tra i motociclisti che non amano zaini e bauletti. Le borse da serbatoio vengono fissate direttamente sulla parte superiore del serbatoio della moto, sono impermeabili e offrono diverse tasche laterali che possiamo alloggiare smartphone e le batterie della GoPro. Sono disponibili in diverse forme e dimensioni per soddisfare le esigenze di tutti i motociclisti. Ecco come possono essere distinte le borse da serbatoio.

Borsa magnetica

borsa magnetica moto

Questa tipologia di borsa da serbatoio può essere utilizzata su moto con serbatoio in metallo. Esistono anche degli adattatori e cinghie per renderla compatibile con i serbatoio in plastica, ma si perderebbe l’efficacia dei magneti.

Sono molto facili da installare, non richiedono modifiche alla moto o installazioni di alcun accessorio o cinghia “antiestetica”. Ma con questa tipologia di borsa dobbiamo stare molto attenti ai magneti. Questi, attirano la sabbia, lo sporto e qualsiasi materiale ferroso che poi si deposita tra la borsa e il serbatoio, andando a graffiare quest’ultimo. Alcuni motociclisti non si sono accorti che le calamite avevano attirato delle piccole lamine di ferro, che sono andate a danneggiare e incidere la vernice del serbatoio. Per evitare ciò è consigliabile utilizzare un panno morbido in microfibra, da posizionare tra la borsa e il serbatoio. Non vi preoccupate, le calamite hanno un’enorme forza e si fisseranno al serbatoio anche se c’è un po’ di spessore tra loro.

Anello da serbatoio

anello da serbatoio

Questa è la tipologia di borsa più innovativa, sicura per il serbatoio e dal design più bello. Infatti, sul tappo del serbatoio della moto viene installato un supporto in plastica, una sorta di anello. Una volta installato questo supporto che rimarrà fisso al serbatoio, la borsa viene semplicemente agganciata all’anello in plastica, restando ferma e sollevata dalla vernice del serbatoio. Utile e comoda per tutti i motociclisti che vogliono preservare lo stato della vernice,

Borsa universale con cinghie

Queste borse vengono fissate al serbatoio utilizzando delle apposite cinghie che andranno fissate e regolate rispetto alla tipologia di moto. Sono ideali per i motocicli che sono dotati di serbatoi in plastica. Ma diversamente da quelle con magneti, le borse con supporti a cinghia richiedono molto più tempo per essere fissate e rimosse.

In questi i casi, il peso tende ad essere spostato sul manubrio anteriore, avremo molta più stabilità ma meglio no sovraccaricarlo. Utilizziamolo per i beni di prima necessità, documenti e similari

Sella posteriore

kit ragno

Lo spazio a nostra disposizione per caricare bagagli sulla moto non è ancora finito. Se non abbiamo passeggeri e non abbiamo una monoposto, abbiamo ancora lo spazio sulla sella del passeggero. In effetti, la parte dietro di noi riservata al passeggero è lo spazio più sicuro dove alloggiare una valigia morbida. Utilizzando una semplice rete elastica, chiamata anche “ragno”, è possibile fissare ulteriori oggetti o borse morbide sulla sella.

Tuttavia, dobbiamo lasciare il passeggero alla stazione degli autobus e dobbiamo viaggiare in solitaria.

Solo in questo caso possiamo caricare anche maggiore peso, poiché non si sbilancia il baricentro e non fuoriusciamo dal profilo della moto. Si ottiene un carico ben fissato alla moto, una guida più stabile e non alteriamo il baricentro. Quando utilizziamo cinghie o molle apposite da motociclismo, assicuriamoci che queste:
non siano libere di muoversi;
non tocchino parti calde come lo scarico;
non siano troppo lunghe da andare a toccare parti in movimento, come ruota e catena.

Conclusioni

Tutte le moto sono differenti e ognuna ha i propri pregi e difetti. Le borse laterali, i bauletti o le borse da serbatoio vanno sempre scelte in relazione alla tipologia di motociclo che possediamo. Inutile installare un bauletto posteriore su una supersportiva, meglio le borse laterali. Mentre su una moto da touring, non istalleremo mai una borsa da serbatoio, meglio caricare tutto su quelle laterali e sul bauletto posteriore.

Come utilizzare le borse è una questione personale, tuttavia dipende molto dalla tipologia di moto che possediamo e dallo stile di guida che preferiamo. La cosa essenziale è di usare sempre la coscienza e il buon senso, perché sopra a quella moto c’è in gioco la nostra vita.

Se hai trovato questo articolo utile, vieni a scoprire un mondo di contenuti unici e affascinanti! Iscriviti alla nostra pagina Facebook e visita il nostro profilo Instagram.