Gli scooter 125 possono circolare in autostrada?

autostrada

Scooter e motocicli 125 in autostrada e su strade extraurbane? La risposta a questa domanda varia rispetto alla tipologia di scooter e non all’età o esperienza del conducente. Di seguito vedremo di semplificare il tutto e cercheremo di chiarire quali scooter possono circolare in autostrada e su strade extraurbane.

Il 2022 si apre con un nuovo scenario per il mondo dei motocicli e scooter di cilindrata 125cc. Parliamo di quei scooter che danno a un ragazzo il primo assaggio di libertà. Per molti sedicenni non è un semplice veicolo per spostamenti, ma è un vero è proprio stile di vita. La prima uscita in scooter con gli amici, il primo rifornimento nell’area di servizio e il primo imprevisto che può accadere durante la circolazione. Sono tutti eventi che restano impressi nella mente di un sedicenne per tutta la vita.

Guidare su una strada statale o in centro città, è molto diverso dal guidare in autostrada dove ci sono auto che sfrecciano e grossi autocarri. La velocità in cui si viaggia, e di conseguenza il livello di pericolosità è maggiore rispetto ai centri città. Questo lo sappiamo bene, e lo sanno bene anche al Governo, per questi motivi hanno sempre vietato la circolazione in autostrada di tutti i ciclomotori 50cc e motocicli 125cc.

Ma cosa è cambiato nel 2022?

Il Governo ha aperto un piccolo varco ai motocicli e scooter 125. Il decreto del 28/12/2021, all‘Art.175 della circolare 300/STRAD/1/0000014520.U/2021 cita:

E' vietata la circolazione dei seguenti veicoli sulle autostrade e sulle strade di cui comma 1: velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 centimetri cubici se a motore termico (benzina), ovvero di potenza inferiore a 11 kW se a motore elettrico, e motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 centimetri cubici se a motore termico (benzina)

Nello stesso decreto il Ministero dei Trasporti ha precisato che:

Nell'insieme dei mezzi a due ruote cui è vietato circolare su strade extraurbane sono inseriti i mezzi elettrici di potenza inferiore a 11 Kilowatt. Di conseguenza, solo i veicoli elettrici a due ruote con potenza uguale o superiore a 11 Kilowatt potranno circolare sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali. La modifica normativa consente, implicitamente, la circolazione sulle strade suindicate anche ai titolari di patente di categoria A1 (quindi anche i sedicenni) sempreché il veicolo stesso abbia un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/Kg......

Motocicli 125 in autostrada?

Si, ma solo se sono elettrici. Come abbiamo visto dalla precedente circolare, i motocicli elettrici di potenza uguale o superiore a 11 kW possono circolare in autostrada e strade extraurbane. Quindi al momento i motocicli di cilindrata 125 con motore termico (cioè alimentati a benzina), non possono circolare in autostrada e in tangenziale. Di opposto, un sedicenne con un motociclo elettrico da 11kW si! Bastava un solo kW in più è i sedicenni erano ancora una volta fuori dai tratti autostradali, ma così non è stato.

Infatti la legge permette a chi è in possesso della patente A1, che può essere presa a 16 anni, di guidare veicoli di potenza inferiore e/o uguale a 11 kW. Implicitamente il Ministero dell’Interno, con il decreto varato a fine 2021 ha dato accesso ai sedicenni alle autostrade ma solo se guidano motocicli elettrici di 11 kW.

Questa legge cambierà? Ci sarà mai possibilità per i motocicli 125 cc termici di viaggiare in autostrada? Al momento la legge non sembri dare speranza.

Un ciclomotore 50 può andare in autostrada?

Come abbiamo visto dall’ultimo aggiornamento, al momento non è possibile guidare scooter 50cc in autostrada e su strade extraurbane. Per poter viaggiare in autostrada bisogna avere o un motociclo elettrico da 11 kW (guidabile a sedici anni) o uno scooter con motore termico di almeno 150 centimetri cubici (guidabile a 18 anni).

Sanzioni per chi viaggia in autostrada

ministero dell'interno

L’Art. 175 al comma 2 del CdS vieta e sanziona chiunque circoli in autostrada con moto di cilindrata 50 e 125 se con motore termico, e inferiore ai 11 kW se elettrici. I rischi sono una piccola ammenda e la perdita dei punti. Vediamo nel dettaglio cosa succede a chi trasgredisce a questa normativa:

  • multa da 42 a 173 Euro;
  • la perdita di 2 punti dalla patente, questi si raddoppiano e diventano 4 se il conducente è neopatentato (3 anni dal conseguimento della patente);
  • obbligo immediato di abbandono del tratto stradale, autostrada e strada extraurbana.

I pericoli in autostrada per i piccoli motocicli

La cosa da considerare è che i ciclomotori con motore da 50 cc hanno una velocità massima di 45 km/h, questo renderebbe la guida in autostrada molto pericolosa. Mentre gli scooter 125 cc anche se hanno una velocità di circa 100 km/h, hanno una potenza che legalmente non è sufficiente ad affrontare un tratto autostradale.

Non è questione solo di velocità ma anche di stazza. Provate a viaggiare con un motociclo a 40 km/h in autostrada e all’improvviso un autocarro che viaggia a 90 km/h vi sorpassa. Il vento spostato da quest’ultimo è tale da far vibrare le autovetture in corsa, figuriamo un piccolo motociclo da 150 kg. Quindi anche se abbiamo un motociclo da 11kW o 150cc e possiamo legalmente viaggiare in autostrada, bisogna ricordarsi di prestare attenzione quando si percorrono tratti a scorrimento veloce.

Occorre essere consapevole delle corsie e spazi disponibili, cercando di anticipare gli errori degli altri e gli spostamenti di carreggiata.

In autostrada tutto è più veloce

Guidare un piccolo scooter in tangenziale e in autostrada, dove si viaggia tra i 100 e i 130 km/h, significa che tutto quello accade, avviene velocemente. In questo caso il fattore importante non è la potenza del motociclo, ma le abilità di guida. Queste sono importanti perché occorre prendere delle decisioni rapide e bisogna tradurle velocemente in azione sullo scooter. 

Come ben sappiamo gli imprevisti sono tanti, come evitare una buca (che sono presenti anche in alcune autostrade) o un pezzo di uno pneumatico di un autocarro o schivare un ostacolo in carreggiata. Quindi andare in autostrada non è solo questione di potenza del motociclo, ma anche di esperienza personale.

Si consiglia di percorrere autostrade e tangenziali solo quando ci si sente veramente pronti. Suggeriamo a chiunque si senta insicuro, ma soprattutto ai neopatentato, di provare a fare un po’ di pratica su piccoli tratti di strada a scorrimento veloce. Questo andrebbe effettuato durante la settimana e negli orari di meno traffico. Ciò da modo di comprendere meglio come lo scooter risponde alle alte velocità.

Conclusioni

Quindi, è possibile guidare uno scooter 125 in autostrada? Si se è elettrico e ha 11 kW. Per tutti gli altri scooter 125cc con motore a combustione interna e alimentati a benzina non vi è ancora possibilità di andare in autostrada, anche se alla guida c’è un maggiorenne. Infatti la legge non fa distinzioni sull’età ma solo sulla potenza del motore.

Articoli correlati