Come risparmiare sull’Assicurazione Auto e Moto

motociclo su una strada pubblica assicurato per gli incidenti

Risparmiare sulla polizza assicurativa Moto e Scooter è una priorità per molti italiani, soprattutto considerando che le nostre tariffe per RC obbligatoria sono tra le più elevate al mondo. In questo articolo, sveleremo le strategie adottate dalle compagnie assicurative per determinare il rischio e, di conseguenza, il premio da pagare. Ma attenzione: non sempre il prezzo più basso è sinonimo di convenienza.

Con oltre 50 compagnie assicurative operative sul territorio italiano e tariffe in costante evoluzione, è essenziale essere informati e sapere come muoversi tra i preventivatori. In particolare, questo è ancora più importante se viviamo nelle grandi città, dove il premio RC Auto può incidere significativamente sul bilancio familiare.

Prima di immergerci nei dettagli, troveremo un riassunto dei nostri migliori consigli alla fine dell’articolo. Ma ora, esploriamo insieme il mondo delle assicurazioni e delle polizze assicurative per motocicli, scooter e ciclomotori.

Come Funziona la Valutazione del Rischio

Le compagnie assicurative valutano il rischio di incidenti basandosi su variabili come luogo di residenza, età del conducente, classe di merito, esperienza di guida, anni di possesso della patente, professione, punti patente, tipo di guida e storico sinistri.

  • Luogo di residenza: maggiore rischio in città metropolitane rispetto a zone rurali.
  • Età del conducente: polizze più costose per giovani sotto i 26 anni e anziani oltre i 65.
  • Classe di merito: una classe più bassa può portare a un premio assicurativo inferiore.
  • Esperienza di guida: meno di 5 anni di patente implica un rischio maggiore.
  • Anni di patente: più anni di patente corrispondono a un premio più basso.
  • Professione: professioni con uso intensivo del veicolo sono considerate più rischiose.
  • Istruzione: a parità di condizioni, un laureato (per alcune compagnie) ha un premio più basso di un diplomato.
  • Punti patente: al momento non influenzano direttamente il premio assicurativo.
  • Tipo di guida: guida libera o esclusiva, con quest’ultima che può ridurre il premio.
  • Storico sinistri: sinistri recenti aumentano il premio, ma perdono impatto dopo 5 anni.
  • Tipologia di veicolo: dispositivi di sicurezza come ABS, ESP e airbag influenzano il premio.

Preventivi Gratuiti e Vincolati per tutte le Assicurazioni

offerta libro Due Ruote in Perfetta forma di DuoMoto.it
Due Ruote in Perfetta Forma: Guida e Registro di Manutenzione.
Disponibile al prezzo di un aperitivo su Amazon.it, Clicca qui

Il sito dell’IVASS garantito dal Ministero dello Sviluppo Economico è l’unico portale web che offre preventivi gratuiti e anonimi per la Responsabilità Civile (R.C.) di tutte le compagnie assicurative italiane. Sebbene non permetta l’acquisto diretto delle polizze, fornisce un utile orientamento sui prezzi.

Se inseriamo tutti i dati corretti, possiamo ottenere una lista con i preventivi di tutte le compagnie di assicurazione, che hanno validità 60 giorni e sono vincolanti per le Assicurazioni.

Quale data impostare nella polizza?

È fondamentale impostare correttamente la data di decorrenza della nuova polizza assicurativa, che deve iniziare dalla mezzanotte del giorno in cui termina il contratto precedente. Invece per una nuova polizza, dobbiamo impostarlo il giorno prima di quello in cui si prevede di iniziare a guidare. Facciamo un esempio pratico per comprendere il funzionamento.

Se impostiamo la decorrenza al 15 settembre, la copertura inizierà dalle 00:00 di quel giorno, pertanto possiamo circolare dal mattino (ore 00:01) del 16 settembre.

Liste dei siti web dove fare preventivi

Legge Bersani (2007)

un ragazzo che guida l'auto per la sua prima volta

La Legge Bersani permette agli acquirenti di veicoli nuovi o usati di ereditare la classe di merito assicurativa di un familiare, facilitando l’accesso a classi più vantaggiose. Tuttavia, è possibile “clonare” la classe di merito solo tra veicoli dello stesso tipo (auto con auto, moto con moto, ecc.). Questa opzione deve essere richiesta al momento della stipula dell’assicurazione.

Condizioni per la Legge Bersani:

  • Il cedente della classe di merito deve essere nel nucleo familiare e avere una polizza attiva.
  • Entrambi gli intestatari devono essere persone fisiche.
  • Applicabile solo per veicoli nuovi o usati, mai assicurati precedentemente al richiedente.
  • Il veicolo da assicurare deve essere un secondo o ulteriore mezzo nel nucleo familiare.
  • Il cedente deve essere in regola con i pagamenti dell’assicurazione.
  • Non è possibile trasferire la classe di merito tra auto e moto o viceversa.

RC Familiare (dal 16 febbraio 2020)

L’RC Familiare, introdotta dal Decreto fiscale 2020, amplia le possibilità offerte dalla Legge Bersani, consentendo ai membri di un nucleo familiare di ereditare la classe di merito più favorevole. Questa norma si applica sia ai veicoli di nuovo acquisto (nuovi o usati) che al rinnovo delle polizze, indipendentemente dalla compagnia assicurativa. Importante novità è la possibilità di trasferire la classe di merito tra tipologie diverse di veicoli, come da auto a moto. La norma è vantaggiosa anche per i neopatentati, a patto che facciano parte del nucleo familiare.

Esclusioni e Aspetti Negativi:

  • Esclusioni: non si applica a coloro che non sono parte del nucleo familiare. Sono esclusi anche gli individui che hanno causato incidenti con piena o parziale responsabilità negli ultimi 5 anni.
  • Declassamento: in caso di sinistri con indennizzo superiore ai 5.000 euro, o se il sinistro è stato causato da un veicolo di tipologia diversa rispetto a quello da cui è stata ereditata la classe, è possibile un declassamento fino a 5 classi di merito.
  • Portabilità della Classe: il trasferimento della classe di merito è condizionato al fatto che il proprietario sia stato continuamente assicurato negli ultimi cinque anni senza sinistri con colpa principale o paritaria.
  • Impatto sulle Tariffe: si prevede un risparmio sulle tariffe per le famiglie con più veicoli, con sconti stimati intorno al 30-40% per coloro che già beneficiavano della Legge Bersani, mentre potrebbe esserci un impatto sulle tariffe degli altri assicurati.

Assicurazione sospendibile

La sospensione di una polizza auto o moto permette di interrompere temporaneamente la copertura RC, scegliendo una data di ripresa della polizza. Questa opzione, normalmente limitata a un periodo massimo di 12 mesi, varia in base alle compagnie assicurative. Durante la sospensione, la garanzia RC non è attiva, quindi il veicolo non può circolare o sostare in luoghi pubblici e deve essere custodito in un’area privata e sicura.

La polizza sospendibile:

persone risparmio polizza dell'assicurazione per auto e moto
  • E’ più costosa di quella ordinaria
  • Ha un tempo minimo di annullamento (di norma 30 giorni)
  • Può essere attivata un numero di volte predefinito.
  • E’ attivabile quasi sempre sulle moto o ciclomotori

Scatola nera

La scatola nera è un dispositivo di tracciamento installabile su auto e moto, che consente di ottenere sconti sull’assicurazione. Garantendo sconti per legge, questo dispositivo è utile per monitorare il veicolo in caso di incidente, aiutando a identificare frodi e chiarire le dinamiche degli incidenti.

  • Vantaggi: questo tipo di polizza ha il vantaggio di poter dimostrare di avere ragione in caso di incidente, dato che la velocità e tutti gli spostamenti vengono monitorati. Inoltre, offre anche un aiuto alle forze dell’ordine in caso di furto, dato che, finché la scatola nera non viene smontata, è possibile conoscere la posizione della moto o dell’auto in ogni istante.
  • Svantaggi: come puoi facilmente intuire, con una scatola nera installata sulla propria moto, bisognerà avere un comportamento impeccabile alla guida. In caso di incidente, infatti, la compagnia avrà molti dati registrati del dispositivo. Questi permettono di verificare accelerazione, velocità e frenata del veicolo, oltre alla tipologia ed entità dell’urto ricevuto all’impatto. Questo dispositivo potrebbe essere un incentivo per guidare con maggiore prudenza, ma valutiamo con attenzione.

Attestato dinamico

Al fine di evitare le truffe assicurative, da agosto 2018 è stato introdotto l’attestato di rischio dinamico. Un tempo i furbetti… allo scadere della polizza cambiavano compagnia assicurativa. Una volta passati alla nuova assicurazione, bastava fare una richiesta danni (simulando un sinistro stradale) con una data precedente. In questa caso nell’attestato di rischio non veniva riportato il sinistro e i “Furbetti” ottenevano il risarcimento senza avere un aumento della classe di merito.
Oggi con l’attestato di rischio dinamico, non è più possibile “far sparire” il sinistro denunciato tardivamente. Questo perché la cronologia dei sinistri avvenuti negli ultimi 5 anni sarà sempre riportata nell’attestato di rischio e nella banca dati dell’ANIA. In poche parole, il cosiddetto sinistro tardivo non potrà più esistere. Giacché il numero di sinistro vi seguirà anche dopo aver cambiato compagnia.

Massimali e Franchigie

Il massimale è l’importo massimo che la compagnia provvederà a risarcire in caso di un sinistro. Se vogliamo garantirci maggiore tranquillità, possiamo scegliere una polizza che ci permetta un massimale superiore rispetto a quello minimo imposta dalla legge. In questo caso il prezzo sarà leggermente maggiorato, ma vediamo nel dettaglio quali sono i massimali minimi previsti dalla legge in vigore:

  • Danni a cose: 1 milione di euro, è l’importo minimo che le assicurazioni devono garantire per ogni sinistro.
  • Danni a persone: 5 milioni di euro, è l’importo stabilito dalla legge come minimo garantito per ogni sinistro

La franchigia è l’importo massimo che andremo a pagare per ogni sinistro causato, il cosiddetto scoperto dal risarcimento. In sostanza come funziona. Se abbiamo uno scoperto di 500 Euro in polizza e causiamo un sinistro stradale con un risarcimento di 2.000 Euro, noi dovremmo sborsare 500 Euro di tasca nostra. Se invece il danno arrecato è di 200 Euro, minore dello scoperto, dovremo risarcire noi l’intero importo.
Tuttavia, questi tipi di contratto non sempre sono convenienti. Il risparmio in molti casi e di una ventina di euro sul premio assicurativo annuo, a fronte di uno scoperto di centinaia di euro in caso di sinistro.

Consigli finali

Risparmiare sull’assicurazione auto e moto richiede un approccio strategico. Con una vasta scelta di compagnie assicurative e polizze, è fondamentale comprendere come vengono calcolati i premi in base a fattori come la località, l’età del conducente, la classe di merito e la storia assicurativa. L’utilizzo di strumenti come preventivi online, la Legge Bersani, l’RC Familiare, e l’assicurazione sospendibile offre opportunità di risparmio. Inoltre, la scatola nera e l’attestato di rischio dinamico aiutano a prevenire frodi e a monitorare il comportamento alla guida.

Ricordiamo che la scelta del massimale e della franchigia influisce sul rischio coperto e sul costo del premio. Scegliere saggiamente, valutando attentamente le opzioni disponibili, è il passo chiave per ottenere una copertura ottimale a un prezzo vantaggioso.