Differenza tra giacca in pelle e in tessuto

tessuto o pelle

Con la nascita delle moto, sono iniziati gli appassionati del motociclismo sano e puro. Un tempo non molto lontano, un motociclista indossava qualsiasi cosa avesse a sua disposizione, cappotti da neve, spolverini, guanti da lavoro e stivali di recupero. Quei tempi il motociclista andava in giro con la sua moto, con un motore e con la gravità che lo teneva saldamente al suolo. Ma il quesito che vogliamo chiarire in questo articolo è, se devo acquistare una giacca qual’è la migliore? Giacca in pelle o in tessuto? E’ una delle domande più comune tra gli appassionati di moto, ed il dibattito è ancora accesso.

La maggior parte dei motociclisti è ben consapevole che la bellezza è negli occhi di chi guarda, ma pochi dibattiti sono così accesi come quello tra l’abbigliamento da moto in tessuto e quello in pelle. Scegliere il materiale più adatto al pilota, è una scelta del tutto personale. Tutti cercano una giacca che offra il meglio in termini di sicurezza, protezione, comfort e stile. La giacca deve adattarsi a chi la indossa, allo stile di abbigliamento e alla tipologia di guida. Per questo se ti stai chiedendo qual’è il materiale migliore, ci dispiace informarti che non esiste! Sono in gioco troppe variabili, la temperature esterna, la stagione di utilizzo, la tipologia di moto, lo stile di guida e la corporatura della persona. Ma non preoccupati, siamo qui per valutare i pro e i contro delle giacche in pelle e in tessuto.

Protezione

Quando si parla di protezione, intendiamo la resistenza del materiale all’abrasione dovuto allo sfregamento con il manto stradale. Per quando riguarda la sicurezza e resistenza del materiale, anche se le giacche in tessuto hanno fatto passi da gigante, la pelle prende ancora un vantaggio netto.

Pelle: massima resistenza alle abrasioni, a condizione che si tratti di vera pelle di mucca, capra o canguro. La resistenza meccanica che offre la pelle in caso di sfregamento con il manto stradale, è ancora di gran lunga superiore rispetto ad altri materiali. Per una protezione adeguata, accertiamoci che la pelle sia spessa almeno di 1,3 mm

Tessuto: il tessuto ha una buona resistenza meccanica, con un alto livello di protezione in caso di caduta al suolo, ma la pelle la fa ancora da padrone. Questo non vuol dire che la pelle non protegge il motociclista, ma solo che non lo fa bene come un’abbigliamento in pelle.
Il consiglio è di recarsi sempre in negozi specializzati di moto o almeno acquistare prodotti da marchi rinomati e garantiti, con tutte le certificazioni a norma europea.

strappo

Resistenza alle intemperie

In questo caso andremo a vedere la resistenza alla pioggia, al freddo, al caldo e tutti gli agenti atmosferici che la giacca è sottoposta. Questa volta il tessuto ha la meglio, essendo la scelta più versatile, da utilizzare in tutte le stagioni.

Pelle: uno dei limiti della pelle è che pochissime giacche sono impermeabili. In genere chi acquista una tuta o giacca in pelle, ha con se sempre un kit antipioggia. Questo perché la pioggia può rovinare in modo irreparabile una giacca in pelle. Con il freddo va un po’ meglio, non facendo passare aria, trattiene bene il calore del corpo, ma in caso di pioggia tutto quel vantaggio andrebbe perso.

Tessuto: la giacca in tessuto è generalmente la scelta migliore per un utilizzo in quatto (4) stagioni. Di solito sono dotate di cerniere su braccia e fianchi per il passaggio dell’aria. Quasi tutte le giacche da moto sono impermeabili, con una livello di resistenza all’acqua variabile dal tipo di materiale che lo compone. Molte giacche in tessuto sono stratificate ed hanno spesso un rivestimento interno removibile, per questo le rende pratiche in estate, robuste in inverno (interni termici) e resistenti alle intemperie.
Sta di fatto che molti motociclisti di moto super-sportive preferiscono le tute in pelle, portando sempre con se una tuta antipioggia, un po’ come i piloti di MotoGP. Quelli da touring, non cambierebbero mai la giacca in tessuto con una di pelle.

Comfort

Tutta questione di stile personale e di tipologia di guida. La giacca ha bisogno di vestibilità per essere aderente al corpo ed evitare che si muova in caso di caduta al suolo. Le differenze in termini di comfort sono abbastanza minimali, tutta questione di gusti

Pelle: le giacche sportive, tendenzialmente, sono più sagomane e si adattano meglio ai lineamenti del corpo. La pelle dopo i cedimenti iniziali e superata la fase iniziale dove il materiale è ancora duro e rigido, diventerà molto morbido e confortevole. Se utilizzi una moto super-sportiva, il consiglio è una giacca in pelle, poiché non darà fastidio (effetto vela) a causa del vento, alle alte velocità.

Tessuto: anche se tendono ad essere più voluminose e ingombranti, le giacche in tessuto sono molto più leggere. Proprio per la sua leggerezza del materiale che lo rende flessibile e ci da modo di muoverci liberamente. Di solito questa tipologia di giacca, dispone di numerose regolazioni tra giro vita, polsi, braccia, petto e collo.
Ebbene, da come abbiamo visto, da questa sfida si esce con un bel pareggio. Ma se volessimo dare un consiglio spassionato..
giacca in pelle per le suersportive e per guida alle alte velocità;
giacca in tessuto per il touring e l’utilizzo quotidiano cittadino.

Durata nel tempo

Una giacca può durare per sempre, se tenuta con cura e si prestano le dovute cautele. Ma per quanto riguarda tra i due materiali, la pelle la fa da vincitore.

Pelle: una giacca in pelle è molto più resistente agli strappi e alla semplice usura. Se il materiale è di vera pelle (non me ne vogliano gli animalisti, ma è una questione tecnica) e sperando che sia eco-pelle (è vera pelle ma rispetta la normativa Uni 11427-2015, derivante da animali per fini alimentali), una giacca può durare una vita intera. In caso di caduta a basse velocità, uoi riportare qualche graffio, ma difficilmente la giacca è da buttare.

Tessuto: se tenuta con le giuste accortezze e con le dovute cautele, soprattutto durante i lavaggi, anche la giacca in tessuto potrebbe durate una vita intera. Il problema sorge in caso di caduta, anche se il pilota sarà protetto, probabilmente la giacca sarà da buttare. Si stappa molto più facilmente di una giacca in pelle e riporta i dovuti segni in caso di caduta. Quei segni e strappi saranno difficilmente riparabili.

Manutenzione del materiale

giacca moto strappata

Pelle: lo sporto è meno evidente sulla giacca in pelle, ma di opposto, sarà molto più difficile la pulizia e il lavaggio. Nella maggior parte dei casi, andrà lavata a secco e trattata con prodotti specifici. Ma se abbiamo una rottura o uno strappo, la pelle è facilmente ripristinabile con toppe e cuciture.

Tessuto: il vantaggio di questo materiale sta anche nel suo lavaggi. Quasi tutte le giacche in tessuto possono essere lavate in lavatrice. Si ricorda di non utilizzare MAI l’ammorbidente o prodotti similari, perché si perdere quell’effetto idrorepellente del materiale. Ma questa discorso vale per tutti i capi di abbigliamento impermeabili come guanti, pantaloni e stivali. Uno dei problemi delle giacche in tessuto è la sua manutenzione, che in caso di rottura o strappi, sarà difficile il ripristino. Nella maggior parte dei casi, una giacca danneggiata andrà buttata.
Tornando al discorso precedente, ed anche se le riparazioni sono difficili, la giacca in tessuto vince anche questa sfida per tutti i pregi che ne derivano.

Stile

Lo stile è tutta una questione personale! Entrambi sono disponibili in una varietà di modelli e colori differenti.

Pelle: di solito la giacca in pelle è molto più vintage e classica, mentre per quanto riguarda la tuta completa, ci fa sentire un po come i piloti di MotoGP. Se andiamo in pista ricordiamo che è d’obbligo quella in pelle.
Tessuto: chi indossa una giacca in tessuto, avrà sicuramente un aspetto molto più moderno e elegante. Spesso sono molto più visibili, rispetto alla pelle, perché hanno parti riflettenti e sono di diverse colorazioni.

Costo

Pelle: Il materiale e la lavorazione di questa giacca è molto più costosa rispetto ad altri materiali. Ma per molti, una giacca in pelle lo è per sempre…
Tessuto: si trovano buone giacche da moto ad un costo medio-basso, ma in linea generale sono più economiche delle giacche in pelle.Con quella in tessuto, possiamo sempre acquistarne una nuova per essere al passo con la moda.

Giacca in pelle, pro e contro

Pro Contro
resistente alla abrasioni
ottima protezione
non impermeabile (poca)
resistente al freddo
versatile
molto sagomate
materiale pesante
durata
riparabile
lavaggio
costo
aerodinamica
classico e sportivo
utilizzo pista e alta velocità

Giacca in tessuto, pro e contro

ProContro
poco resistente
buona protezione
impermeabile
resistente al freddo
versatile (4 stagioni)
poco sagomate
materiale leggero
durata
non riparabile
lavaggio
costo (economica)
vento
giovanile e elegante
utilizzo touring e cittadino

La scelta, è tutta personale !

La giacca in pelle è la scelta giusto per chi preferisce l’alta velocità, al panorama. Taglia bene l’aria poiché è molto aderente al corpo ed il materiale e molto rigido. Il massimo della resistenza alle abrasioni.
La giacca in tessuto è la migliore scelta per chi preferisce il panorama e gli odori, a scapito dell’alta velocità. Sono comode, resistenti alla pioggia e al freddo. Hanno diversi colori e sono adatte a tutti i tipi di corporatura.
Entrambi sono ottime soluzioni, ma se devi farne un uso anche da pista, è d’obbligo l’uso della pelle, per tutti gli altri casi a voi la scelta. Una giacca in pelle costerà di più e potremmo riutilizzarla in caso di caduta. Comunque in caso di caduta, crediamo che l’ultimo nostro problema sia il recupero della giacca. Ma dato che stiamo dando un consiglio tecnico, la pelle ha maggiore probabilità di superare la prova nel tempo. Ora che abbiamo un quadro più completo sulle caratteristiche delle giacche da moto, non ci resta che acquistarla.