Come registrare la catena di una moto

catena
catena

Se ti stai chiedendo “Quando dovrei cambiare la catena della mia moto?” Sei atterrato sulla pagina giusta. Ogni motociclista esperto, con l’esperienza, sviluppa un’intuizione precisa per valutare rapidamente le condizioni della catena della sua moto. In questo articolo, non solo esploreremo come regolare la catena di una moto per mantenerla in tensione secondo gli standard del produttore, ma anche altri aspetti cruciali della manutenzione della catena.

La catena della moto è un componente essenziale che necessita di attenzione e manutenzione regolare per garantire una guida sicura e performante. Questa guida dettagliata ti fornirà informazioni preziose su come regolare la catena della moto, i vari tipi di catene disponibili sul mercato, gli strumenti necessari per la regolazione, e molto altro ancora, assicurandoti un viaggio su due ruote sempre sicuro e piacevole.

Storia e evoluzione della catena

La catena della moto, un componente ora fondamentale nelle nostre due ruote, vanta una storia affascinante che affonda le sue radici nelle prime biciclette. Ideata e disegnata da Leonardo Da Vinci nel 1482, la catena è stata brevettata, quasi 400 anni dopo, da M. Gall nel 1832. Le prime catene per moto erano piuttosto rudimentali, richiedendo una manutenzione assidua e meticolosa.

Tuttavia, grazie alle innovazioni recenti e all’avanzamento della tecnologia, le catene per moto sono diventate notevolmente più resistenti e affidabili. Le catene utilizzate oggi nel mondo motociclistico sono progettate per resistere a condizioni estreme e necessitano di meno manutenzione rispetto ai loro predecessori. Ma non fermiamoci qui, esploriamo più a fondo le catene e scopriamo come devono essere regolate correttamente.

Tipologia di catene per moto

Prima di immergerci nel processo di regolazione della catena, è fondamentale comprendere le diverse tipologie di catene per moto disponibili sul mercato. Sì, perché, sebbene le catene possano apparire “esteticamente” simili, presentano differenze sostanziali nella loro struttura interna. Qui forniremo una breve panoramica, ma per approfondire ulteriormente questo argomento, visita: “le diverse tipologia di catene per moto“.

Le catene per moto, essenziali per la trasmissione del movimento, si suddividono principalmente in tre categorie: catene standard, catene O-ring e catene X-ring, ognuna con specifiche caratteristiche e necessità di manutenzione.

  • Catene standard: questa catena tradizionale fa parte delle più semplici e senza sigillature interne, sono economiche ma richiedono una manutenzione costante
  • Catene O-ring: sono dotate di un anello di gomma (“O-ring”) tra le maglie, questo trattiene il lubrificante all’interno delle maglie e tiene lontano lo sporco e lapolvere; necessitano di meno manutenzione rispetto alle catene standard.
  • Catene X-ring: le innovazioni tecnologiche hanno fatto un piccolo passo avanti. Si tratta di catene simili a quelle O-ring, ma hanno un anello di gomma a forma di “X” invece di un anello circolare. Questo design migliora ulteriormente la trattenuta del lubrificante e la resistenza allo sporco, rendendo le catene X-ring le più durevoli e a bassa manutenzione rispetto alle precedenti.

Strumenti necessari per la registrazione della catena

Per registrare correttamente la catena di una moto, abbiamo bisogno di alcuni strumenti specifici. Questi includono:

  • Chiave dinamometrica (vedi prezzo): essenziale per assicurarsi che i bulloni e i dadi siano serrati alla giusta tensione. Per conoscere la tensione corretta, vedi le istruzioni nel “manuale di manutenzione” che puoi trovare gratuitamente al seguente link.
  • Strumento per misurare il gioco della catena: Questo strumento ci deve aiutare a determinare se la catena ha il giusto livello di tensione. Possiamo usare un righello, un metro rigido o un più preciso strumento come il calibro.
  • Chiavi a bussola: attrezzatura necessaria per allentare e serrare i dadi e i bulloni durante il processo di registrazione (vedi prezzo Kit).

Come registrare la catena di una moto

controllo catena

Il processo di registrazione della catena di una moto può sembrare complicato, ma con i giusti strumenti e un po’ di pazienza, è un compito che la maggior parte dei motociclisti può gestire da soli. Ecco una guida passo-passo su come farlo:

  • Consulta il Manuale: Verifica la tensione ideale della catena specifica per la tua moto nel manuale di manutenzione.
  • Allenta il Perno: Permette di muovere la ruota posteriore per regolare la tensione.
  • Regola la Tensione: Utilizza i regolatori di tensione della catena, assicurandoti di mantenere la ruota allineata.
  • Verifica la Tensione: Usa lo strumento di misurazione per assicurarti che la tensione sia corretta.
  • Serra il Perno: Utilizza la chiave dinamometrica, seguendo le indicazioni del manuale per la coppia di serraggio corretta.

Procedura

La regolazione della catena della moto è un aspetto fondamentale per mantenere il veicolo in condizioni ottimali. Prima di tutto, è essenziale consultare il manuale (vedi qui) della tua moto per conoscere la tolleranza minima e massima concessa dal produttore in termini di gioco della catena. Se noti che la catena ha un gioco maggiore del solito, potrebbe essere un segnale che sta raggiungendo la fine della sua vita utile. Se la catena è allentata ma ancora in buone condizioni, sarà sufficiente tendere la catena. Ma come fare? Ecco una guida passo-passo per chi desidera apprendere il procedimento di regolazione della catena.

  1. Allentare il Perno della Ruota Posteriore: Non è necessario svitarlo completamente, ma solo abbastanza da permettere un certo gioco nella ruota.
  2. Regolazione dei Dadi di Tensione: Sul lato esterno della forcella posteriore (vedi foto), troverai un perno con due dadi su entrambi i lati. Utilizzando due chiavi, allenta il dado esterno mantenendo fermo quello interno. Successivamente, ruota il dado interno di 1/2 giro per volta, eseguendo l’operazione su entrambi i lati.
  3. Serraggio dei Dadi: Una volta raggiunto il giusto livello di tensione, serra nuovamente il dado esterno per evitare che le vibrazioni durante la guida alterino la regolazione.

Nota Importante: Quando serrerai il perno della ruota, la catena potrebbe tendersi ulteriormente. Pertanto, una volta terminata la procedura, controlla nuovamente la tensione per assicurarti che la catena sia regolata correttamente.

Quando sostituire la catena

offerta libro Due Ruote in Perfetta forma di DuoMoto.it
Due Ruote in Perfetta Forma: Guida e Registro di Manutenzione.
Disponibile al prezzo di un aperitivo su Amazon.it, Clicca qui

La manutenzione della catena è cruciale per garantire una lunga vita alla tua moto e, con il tempo e l’uso, lo sporco e il grasso si accumulano, mascherando potenziali punti di ruggine. Ecco una guida su come sgrassare e controllare la catena della moto per assicurarti che sia sempre in ottime condizioni.

Come Sgrassare la Catena della Moto senza Danneggiare gli O-Ring

  1. Scegli il Prodotto Giusto: Evita l’uso di petrolio bianco o prodotti simili, in quanto possono danneggiare gli O-Ring all’interno delle maglie della catena. Ho assistito a motociclisti che hanno dovuto sostituire la catena dopo appena 1500 Km a causa dell’uso di prodotti inadatti.
  2. Rimuovi Grasso e Sporco: Dopo aver rimosso il grasso, esamina attentamente la catena per individuare eventuali punti di ruggine o segni di ossidazione avanzata, che può verificarsi quando la catena non è adeguatamente protetta.
  3. Valuta le Condizioni: Se la catena appare in condizioni critiche o sei in dubbio riguardo al suo stato di usura, è consigliabile procedere con la sostituzione per evitare rischi.

Un metodo veloce per verificare la condizione della catena è il seguente: posizionati dietro la ruota e, con due dita, tira la catena dal punto più esterno verso di te. Una catena in buone condizioni dovrebbe muoversi leggermente, ma non dovrebbe mai spostarsi dalla sua sede né rendere visibile il dente della corona.

Che la catena sia nuova o usurata, necessita sempre di attenzioni. Quando pulisci la catena, assicurati di utilizzare prodotti adeguati. Un liquido con alta concentrazione di benzina potrebbe rovinare gli O-Ring interni.

Come controllare Corona e Pignone

corona

Effettuare un controllo dell’usura della corona e del pignone sulla tua moto è un’operazione semplice e veloce, fondamentale per assicurarti che la tua moto sia sempre in perfette condizioni. Ecco una guida passo-passo, supportata da immagini, per facilitarti in questo check-up essenziale.

Passaggio 1: per iniziare il controllo di corona e pignone, posizionati lateralmente rispetto alla moto, in modo da avere una visuale chiara dei denti di entrambi gli elementi.

Passaggio 2: osserva i Denti della Corona e del Pignone

  • Stato sufficiente: un dente in buone condizioni apparirà robusto e presenterà una punta doppia (indicata come “verde” nelle nostra immagine di supporto).
  • Segnali di usura: se, al contrario, osservi un dente appiattito e con l’estremità appuntita (indicato come “rosso” nell’immagine), è un chiaro segnale che occorre sostituire la corona.

Consiglio Utile: In caso di usura evidente, raccomandiamo di sostituire l’intero gruppo composto da corona, pignone e catena, così da assicurarti che la moto funzioni in modo ottimale e equilibrato.

Cura della catena

Mentre alcuni potrebbero percepirlo come una perdita di tempo tutti questi controlli, garantire che la catena della moto sia in buone condizioni è cruciale per evitare rischi, come la perdita di controllo, e nei casi più gravi, il blocco improvviso della ruota posteriore. La catena di una moto, soprattutto per chi ama guidare con il polso pesante o praticare impennate e burnout, è sottoposta a un duro lavoro e stress continuo.

Dedicare attenzione e cura alla tua moto significa proteggere te stesso e il tuo mezzo. Se sei interessato a scoprire di più, visita la seguente pagina e guarda il nostro tutorial video: [link al video].

Problemi Comuni delle Catene delle Moto e Come Risolverli

  • Allungamento: l’usura prolungato può causare l’allungamento delle catene. Una catena troppo lunga può saltare fuori dalla corona o dal pignone, e causare pericoli per la nostra incolumità. Se osservi un allungamento della catene, potrebbe essere arrivato il tempo di una sostituzione completa dell’intera trasmissione.
  • Corrosione: ruggine e corrosione possono abbreviare la vita della catena velocemente, e in alcuni casi, spezzarla definitivamente. Prevenire ciò è possibile con una pulizia, ma soprattutto, con una lubrificazione regolare.
  • Usura Eccessiva: l’usura può indebolire le maglie della catena, aumentando il rischio di rottura improvvisa. Maglie allentate o danneggiate sono un segnale che è ora di cambiare la catena.

Grasso per catene

grasso catena

Kit di manutenzione per catena

I kit di pulizia della catena contengono tutto il necessario per mantenere la tua catena pulita e lubrificata, prolungandone la durata e garantendo prestazioni ottimali. Investire in strumenti di qualità per la manutenzione della catena non solo ti aiuterà a mantenere la tua moto in condizioni ottimali, ma garantirà anche una guida più sicura e piacevole. Scopri di più sui prodotti disponibili e su come utilizzarli al meglio con le nostre guide e tutorial dettagliati.

kit lubrificazione

Conclusioni e consigli di sicurezza

La manutenzione della catena della moto non è solo un compito che andrebbe eseguito con cadenza mensile, è il pilastro fondamentale per garantire una guida sicura e piacevole su strada. Una catena ben mantenuta e correttamente regolata non solo assicura prestazioni ottimali, ma previene anche incidenti e guasti inaspettati.

  • Controllo Regolare.
  • Utilizzo di Strumenti Adeguati.
  • Non Trascurare la Pulizia.
  • Non sottovalutare la Sicurezza.

Se hai trovato questo articolo utile, vieni a scoprire un mondo di contenuti unici e affascinanti! Iscriviti alla nostra pagina Facebook e visita il nostro profilo Instagram.

Articoli correlati:
Video: come regolare la tensione della catena
Pressione gomme da moto e come controllarla!
Manuali per moto