Riserva moto: quanti km si possono percorrere?

quanti km in riserva moto

Stai percorrendo l’autostrada e ad un tratto la strumentazione segnala che siamo entrati in riserva. Pensieroso, cerchi di ricordare a quanti litri corrisponde la riserva e quanti km ti rimangono prima di restare completamente al secco. Stai ancora pensando quando la moto inizia a perdere potenza e borbotta, fino al punto di dover accostare al margine della carreggiata. Quest’ultimo non lo auguriamo mai, allora perché non conoscere quanti km abbiamo a disposizione quando la moto è in riserva?

Piccolo trucco

Molti motociclisti hanno l’abitudine di controllare spesso l’indicatore del carburante o dei chilometri residuali. Soprattutto quando si sta per affrontare un lungo viaggio e si tende a pianificare le soste per i rifornimenti. Per fortuna in italia sono pochi i luoghi dove non sono presenti distributori di carburante, ma se ci spostiamo in zone dell’entroterra può capitare di sentirsi un po’ persi. Il navigatore non ci segnala distributori nelle vicinanze e l’indicatore del carburante della nostra moto ci segnala che siamo in riserva. Panico!

Tranquilli, la maggior parte dei serbatoio sono a forma di U rovesciata, per questo quando si sta per esaurire la riserva del carburante, abbiamo sempre un po di benzina che ci permette di percorrere altri chilometri. Per tutti gli altri, siate sereni, che è tutta questione di polso.

Stile di guida.

Lo stile di guida e l’aggressività che abbiamo quando siamo in sella alla nostra moto incide di molto sulla durata del carburante di riserva. Se fai delle brusche frenate o forti accelerazioni, devi aspettarti che il carburante possa finire molto velocemente. Se invece percorri un tratto di autostrada, mantenendo il motore ad una velocità moderata, con dei giri del motore non troppo bassi e non troppo alti, andrai sicuramente più lontano di quanto ti aspetti. Questo significa che il nostro stile di guida incide, ed anche molto nella durata della riserva.

Si consuma più benzina andando piano o veloce?

Qualsiasi sia il tratto di strada che stai percorrendo, cittadino o extra-urbano, dobbiamo essere molto delicati con l’acceleratore. Questo perché maggiora sarà la velocità della moto (e dei giri di motore), maggiore sarà il consumo di carburante. Viceversa, andando molto piano il motore deve sforzarsi per consentire far muovere la moto, di conseguenza abbiamo un aumento di consumo.

Cerchiamo di non tirare le marche al di sopra della coppia, ma nemmeno di far scendere troppo i giri del motore. Come vediamo dalla curva del grafico (che segue), la maggiore efficienza sta nel mezzo. Andare troppo piano o troppo veloci incide di molto sui consumi del carburante. Per questo, il segreto sta nel viaggiare alla giusta velocità e ai giusti giri di motore. Sta di fatto che è meglio una velocità più bassa rispetto a una più alta.

grafico consumi carburante moto

Altri fattori che incidono

Ci sono altri fattori che possono incidere sull’efficienza del carburante. Facciamo un piccolo sunto delle cose possono far aumentare i consumi, anche se alcuni possono incidere in modo lieve, è buona norma sapere quali sono, così da avere un quadro più completo .

Come calcolare consumo di una moto

  1. Fai il pieno di benzina
  2. Annota i km totali (odo = odometro = distanza totale percorsa), oppure azzera i km parziali
  3. Guida la moto fino al raggiungimento della riserva
  4. Recati dal distributore per fare nuovamente il pieno di benzina, (fino al tappo)
  5. Segna la quantità di litri necessari al riempimento del serbatoio
  6. Annota anche il numero di chilometri percorsi fino a quel momento
  7. Adesso procediamo con il calcolo: (Km/l) chilometri percorsi, diviso, la quantità di litri necessari per il pieno
  8. Il risultato sarà il numero dei chilometri che percorriamo per ogni singolo litro di benzina
  9. Il consiglio è di fare questo procedimento per 3 volte, così abbiamo un risultato molto accurato.

Quanti km percorre una moto in riserva?

Per rispondere a questa domanda abbiamo preso un po di dati tecnici di casa madre e verificato i consumi medi delle moto rispetto a cilindrata e potenza. Perché ad incidere nella durata della riserva, oltre alla quantità dei litri (di riserva), è la potenza sprigionata dal motore, qualsiasi sia la velocità media. Di solito una moto 600 non ha meno di 2,5 litri di benzina contenuti nella riserva, mentre quelle da touring arrivano anche a 4 litri. Adesso facciamo qualche paragone sulle diverse tipologie di moto, ma teniamo conto che i valori sono approssimativi.

Motore – Consumi – riserva (litri) Riserva
125 cc (12 cv) – 35 Km/l – 2 70 Km
300 cc (25 cv) – 30 Km/l – 2 60 Km
600 cc (45 cv) – 27 Km/l – 2 50 Km
600 cc (90 cv) – 23 Km/l – 2.5 55 KM
750 cc (100 cv) – 18 Km/l – 2,5 45 Km
900 cc (130 cv) – 12 Km/l – 3 35 Km
1000 cc (150 cv) – 10 Km/l – 3,5 35 Km

In media..

Tirando le somme possiamo dire che in media quasi tutte le moto percorrono circa 50 Km con la riserva. Ma spesso appena si accende la spia del carburante, di fatto non stiamo ancora utilizzando la benzina della riserva. Per questo motivo alcuni motociclisti garantiscono di aver percorso anche 80/90 km con la riserva, senza mai fermarsi. Ma troverete anche il “pilota” di turno che dirà che ha percorso solo 20 Km per poi rimanere a piedi. E’ come ben sappiamo, la verità sta sempre nel mezzo.
Come abbiamo detto in precedenza ci sono molte variabili che incidono sul consumo del carburante. Abbiamo tirato fuori i dati di casa madre di alcune delle moto commerciali presenti sul mercato e come vediamo, ci sono eccessi da un lato, come dall’altro, ma in linea generale una moto percorre non meno di 30 Km con la riserva.

Conclusioni

La cosa migliore che puoi fare quando si accende la spia della riserva, è regolare la velocità e mantenere una guida constante. Osserva la strumentazione e tieni d’occhio il contachilometri per sapere quanti km stai percorrendo. Se hai modo, verifica o chiedi dove si trova la pompa di benzina più vicina. Se sei in autostrada, verifica i cartelli stradali per conoscere quanto dista la prossima area di servizio. Se pensi di non poter arrivarci, valuta la possibilità di uscire e rientrare dell’autostrada (verifica con un navigatore). Mantieni la calma e non spegnere la moto nelle discese, questo può creare più problemi del rimanere senza carburante.