Tutte le moto dei film di John Wick (Keanu Reeves)

John Wick

I film d’azione di “John Wick” sono diventati famosi per le spettacolari scene di inseguimenti e combattimenti, rese ancora più elettrizzanti dall’utilizzo di una vasta gamma di modelli di motociclette. In questo articolo analizzeremo nel dettaglio le moto usate nei vari film della saga di John Wick, che vede come protagonista protagonista Keanu Reeves, descrivendo le loro caratteristiche e il loro ruolo nella trama.

Il mondo oscuro e affascinante di John Wick, il leggendario assassino interpretato dall’inconfondibile Keanu Reeves. Questo articolo esplorerà il ruolo chiave che le moto hanno avuto nel definire l’atmosfera e l’azione di questa acclamati film. John Wick è un personaggio che ha catturato l’immaginazione del pubblico con la sua abilità nel combattimento, la sua determinazione e la sua ricerca di vendetta e redenzione in un mondo dominato dal crimine e dalla corruzione.

Oltre a elencare le moto in ordine di uscita dei film, rivivremo le scene che hanno coinvolto questi film, con immagini inedite dietro le quinte. Infine passeremo in rassegna la trama di fondo che accomuna i vari capitoli, fatta di vendette personali, rispetto dei codici criminali e tanta, tantissima azione. Ma priva, facciamo un breve percorso sull’attore che ha interpretato il film e sul personaggio della storia, poi passeremo a tutte le moto dei film.

Chi interpreta John Wick

L’attore che interpreta John Wick è “Keanu Reeves“, canadese noto per la sua versatilità e il suo talento. Keanu è diventato famoso per una varietà di ruoli in film di diversi generi, consolidando la sua reputazione come uno degli attori più amati e rispettati di Hollywood.

Il vero salto alla fama per Keanu è arrivato con il film di azione e fantascienza “Matrix” (1999), dove ha interpretato il ruolo di Neo. “Matrix” è stato un enorme successo commerciale, e ha rivoluzionato il cinema con i suoi effetti speciali innovativi e la sua trama complessa. Il film ha avuto tre sequel: “Matrix Reloaded” (2003), “Matrix Revolutions” (2003) e “Matrix Resurrections” (2021), consolidando la posizione di Keanu come star internazionale.

Chi è John Wick?

John Wick è un personaggio fittizio, è noto per essere uno degli assassini più letali e competenti del suo mondo, infatti il suo nome è “l’uomo nero“. Ha abilità straordinarie nel combattimento corpo a corpo e nel maneggio delle armi da fuoco, nonché nella guida delle auto e moto. È un personaggio molto riservato e metodico, ma anche estremamente letale e determinato quando è provocato.

Il personaggio che interpreta il film, è diventato un simbolo di resilienza e vendetta nella cultura popolare, rappresentando un’icona nel genere cinematografico d’azione.

John Wick 1 (2014)

john wicks 1969 mustang

Nel primo film della serie di “John Wick“, uscito nel 2014, il protagonista non appare mail in sella a una moto e non ci sono particolari scene di moto nel film. Tuttavia, la sua passione per i motori e per le auto d’epoca rivela un amore profondo non solo per le auto, ma per tutti i mezzi di trasporto che incarnano potenza e velocità.

In questo primo capitolo, John Wick possiede una Mustang Mach 1 del 1969, dal valore di circa 170.000 €, un vero e proprio gioiello per gli appassionati di auto. Questa vettura, con il suo design muscoloso e il suo rombo distintivo, simboleggia perfettamente il carattere di John: elegante, potente e implacabile. La Mustang, con il suo colore nero lucido e le sue linee aggressive, è molto di più di un semplice mezzo di trasporto per John; è un’estensione del suo carattere, un simbolo del suo passato da assassino e della sua ricerca di libertà e redenzione.

offerta libro Due Ruote in Perfetta forma di DuoMoto.it
Due Ruote in Perfetta Forma: Guida e Registro di Manutenzione.
Disponibile al prezzo di un aperitivo su Amazon.it, Clicca qui

La perdita di questa auto, ma soprattutto del suo cane, l’ultimo regalo di sua moglie, diventa il catalizzatore della sua vendetta. Questo sottolinea ulteriormente l’importanza dei veicoli nella serie cinematografica e nel percorso emotivo del protagonista. La scelta di questa auto non è casuale; riflette la meticolosa attenzione ai dettagli del regista e contribuisce a costruire un’immagine coerente e affascinante del personaggio di John Wick.

John Wick – Capitolo 2 (2017)

Nel secondo capitolo della saga, John Wick è costretto a rimettersi in azione a Roma per ripagare un debito di sangue. In questo film, La moto, Suzuki GSX-S750 ABS, si vede in due particolari scene. Ma proviamo a farvi rivivere quelle scene:

Inseguimento con Suzuki GSX-S750

john wick

All’inizio del film, assistiamo a una sequenza ad alta tensione in cui John Wick è a bordo di un’auto, insegue un personaggio su una Suzuki GSX-S750. La sua missione è scoprire dove sia stata nascosta la sua amata auto, una Ford Mustang del 1969, protagonista anche nel primo capitolo della saga.

John raggiunge il motociclista e, con una manovra audace, lo colpisce in pieno con la sua auto, riuscendo così ad ottenere le informazioni desiderate. Questa informazione lo porta direttamente al magazzino del boss “Abram”, dove la sua auto Ford Mustang del 1969 è tenuta in custodia (rubata dal figlio del boss). Abram, che ha già perso il figlio, il fratello e diversi scagnozzi per mano di John, assiste impotente mentre Wick irrompe nel magazzino e recupera la sua auto, lasciando dietro di sé una scia di distruzione.

Durante la sua fuga, John si trova inseguito non solo da auto avversarie, ma anche da un altro personaggio determinato, sempre su una Suzuki GSX-S750 ABS. Quest’ultimo, insegue John attraverso il deposito in una sequenza carica di adrenalina, tra sparatorie e manovre estreme. La tensione culmina quando John, con un abile slalom, apre la portiera dell’auto e frena bruscamente, facendo schiantare il motociclista contro la porta e proiettandolo al suolo. Dopo l’inseguimento, John, con l’auto ormai distrutta, decide di non eliminare Abram, ma di proporre un brindisi e chiedere la pace, in un colpo di scena inaspettato.

John torna a casa con l’auto distrutta, dando il via alle nuove avventure e sfide del secondo capitolo.

John Wick 3 : Parabellum (2019)

Nel terzo capitolo, John Wick è stato dichiarato “scomunicato“, il che significa che la sua iscrizione è stata revocata, tutti i servizi gli sono stati negati e ogni contatto con gli altri membri è severamente proibito. A causa di ciò e della sostanziosa taglia che viene posta sulla sua testa, lo rendende il bersaglio di numerosi cacciatori di taglie, assassini e altri individui pericolosi.

In “Parabellum“, le moto giocano ancora una volta un ruolo importante negli inseguimenti. All’inizio del film, John Wick è a cavallo, viene inseguito da assassini su due moto elettriche, le “ZERO DS“. Tuttavia, è la seconda scena che cattura veramente l’attenzione e l’immaginazione degli spettatori: un emozionante inseguimento e combattimento sul ponte Verrazzano-Narrows Bridge, con John e i suoi avversari in sella a delle Yamaha MT-09 del 2014. Questa scena è carica di adrenalina e azione, con manovre audaci e scontri ravvicinati, rendendola una delle più memorabili del film.

Inseguimento con Zero DS

john wick 3

John Wick, inseguito da un gruppo di assassini, si rifugia in una stalla dove decide di salire in sella a un cavallo per tentare la fuga. All’esterno, due assassini lo attendono in sella a due moto elettriche, le “Zero DS” dell’azienda “Zero Motorcycle“. La scena si sposta rapidamente tra le strade trafficate della città, dove John, ancora in sella al cavallo, si scontra con uno degli inseguitori. Dopo una lotta accesa, John riesce a disarmare il primo assassino e a eliminarlo. Si ripara poi dietro al cavallo (vedi foto della scena), da dove riesce a colpire e neutralizzare anche il secondo assassino, ed infine si da alla fuga.

Inseguimento con Yamaha MT-09

John Wick dietro le quinte

Circa un’ora e venti minuti nel film, vediamo John Wick uscire da una stazione ferroviaria, inseguito da un assassino “Zero” (è anche il nome dell’assassino), mentre altri due si avvicinano rapidamente su delle Yamaha MT-09. John neutralizza i primi due avversari e si impossessa di una delle loro moto, dando inizio a un emozionante inseguimento sul ponte Verrazzano-Narrows Bridge. Qui, sei assassini, armati di katane (spade Giapponesi), attaccano John. Dopo un combattimento prolungato e intenso, J.W. riesce a sconfiggere tutti i suoi avversari, ad eccezione dell’ultimo, Zero che continua a inseguirlo in città fino a quando non cadono entrambi dalle moto, fortunatamente per J.W. proprio davanti all’Hotel “Continental”.

L’Hotel Continental è noto come il territorio neutrale per i membri del mondo criminale, un rifugio dove ogni forma di violenza è severamente proibita. John, dopo una caduta, riesce a raggiungere i gradini dell’hotel, ottenendo così un temporaneo santuario. Questo luogo, sacro per i criminali, diventa l’ultima speranza di salvezza per John; difatti, toccando i gradini dell’hotel, lui si mette al sicuro dal suo inseguitore. A far rispettare le regole c’è Charon, il concierge (assistente agli ospiti) dell’Hotel Continental, che richiama l’assassino, intimandogli di riporre l’arma per evitare la scomunica. Grazie a questo momentaneo rifugio, John ha l’opportunità di parlare con il direttore del Continental, e la trama del film prosegue, immergendoci ulteriormente nel suo oscuro e affascinante universo.

John Wick 4 (2023)

Nel quarto capitolo, John Wick è determinato a vendicare la morte dell’uomo che un tempo gli ha salvato la vita. Il suo cammino di vendetta lo porta in Marocco, con l’obiettivo di eliminare l’anziano che è al di sopra della Tavola. Eliminato questo, il capitolo va avanti nella storia fin quando esce fuori un nuovo personaggio. “Il Marchese“, un influente membro dell’Alta Tavola, convoca il direttore del Continental di New York e gli spiega che l’Alta Tavola ha deciso di dare risorse illimitate per uccidere J.W. Inoltre rimprovera il direttore del Continental per aver aiutato J.W., lo rimuove dalla sua carica, lo scomunica e ordina la distruzione totale dell’hotel di New York. John, trovandosi ad affrontare una serie di assassini e cacciatori di taglie, incrocia il cammino dell’ex direttore del Continental. John lo esorta a invocare un’antica tradizione: sfidare a duello il Marchese.

Ma non perdiamoci in ulteriori dettagli e torniamo alle moto. In questo quarto capitolo, vediamo John Wick in sella a una Aprilia Tuono 660. Ora, focalizziamoci brevemente su questa scena.

Inseguimento con Aprilia Tuono 660

John Wick 4

Circa due ore dopo l’inizio del film, JohnWick si trova in una situazione pericolosa, inseguito in auto da un gruppo di assassini anche loro con autovetture. Dopo intensi scontri e inseguimenti, l’auto di John viene distrutta e capovolta. Senza mezzi, John è costretto a proseguire la fuga a piedi, destreggiandosi tra veicoli in movimento nel caotico traffico cittadino. In questo momento critico, un altro personaggio con il suo cane interviene, offrendo a John un momento per riprendersi e trovare un’altro veicolo. Non perdendo tempo, si impossessa di una moto che si trova a terra Aprilia Tuono 660 e riprende la sua fuga.

Tuttavia, l’inseguimento in moto dura poco: si trova in un vicolo stretto, quando prima una e poi la seconda, gli sbarrano la strada lo costringono a un rapido cambio di strategia. John, con abilità e prontezza, esegue un burnout, che consiste nel tenere il freno anteriore azionato, nel contempo accelerare e fa scivolare la ruota posteriore della moto da fermo. Con un movimento audace, usa la moto Aprilia Tuono 660 come un arma, scagliandola contro i suoi inseguitori. Questa manovra gli permette di guadagnare preziosi secondi e di continuare la sua fuga a piedi, in una corsa contro il tempo e contro i nemici che sembrano essere ovunque.

Conclusioni

Siamo arrivati alle conclusioni. Ogni modello è stato attentamente selezionato per rispecchiare al meglio le necessità della trama e del personaggio di John Wick in quel preciso momento della storia. Nel secondo capitolo abbiamo trovato la sportiva Suzuki GSX-S750, mentre nel terzo capitolo troviamo le Zero DS e le Yamaha MT-09, e nel quarto capitolo la stupenda Aprilia Tuono 660.

In conclusione, la saga di “John Wick” ha elevato il genere d’azione a nuovi livelli, offrendo al pubblico un’esperienza cinematografica unica e avvincente. Le motociclette, con il loro fascino intramontabile e la loro energia bruciante, hanno contribuito a rendere questi film indimenticabili, regalando emozioni intense e momenti di pura adrenalina.

John Wick, con la sua determinazione e la sua maestria nel combattimento, è diventato un simbolo di resistenza e di speranza, un guerriero solitario in un mondo dominato dal crimine e dalla corruzione.

Se hai trovato questo articolo utile, vieni a scoprire un mondo di contenuti unici e affascinanti! Iscriviti alla nostra pagina Facebook e visita il nostro profilo Instagram.