Visiera del casco appannata? Rimedi e soluzioni per evitarlo.

Quando si è in moto, una visiera appannata può essere molto fastidiosa e pericolosa, in quanto limita la visuale durante la guida. L’appannamento della visiera avviene quando vapore acqueo presente nell’aria entra in contatto con la superficie fredda della visiera, condensandosi come minuscole goccioline che offuscano la visuale. Questo è il processo fisico, ma nella pratica, la visiera si appanna e non non vediamo più la strada.

L’appannamento della visiera è un problema che si verifica soprattutto in inverno o quando piove, poiché vi è una differenza di temperatura tra l’interno del casco e l’aria esterna che tocca la visiera. Anche la respirazione e la traspirazione del nostro corpo contribuiscono ad aumentare l’umidità all’interno del casco.

Per fortuna esistono diversi metodi, sia casalinghi che professionali, per prevenire e risolvere il fastidioso appannamento della visiera. In questo articolo analizzeremo nel dettaglio le cause dell’appannamento, i migliori rimedi fai-da-te e i prodotti professionali più efficaci per avere sempre una visiera limpida e sicura.

Perché si appanna la visiera del casco?

Per capire come prevenire l’appannamento, è importante prima comprendere perché esso si verifica? Quando l’aria calda e umida proveniente dalla respirazione e dalla pelle entra in contatto con la superficie interna fredda della visiera, si crea condensa.

Più precisamente, l’aria calda che respiriamo contiene molecole d’acqua allo stato gassoso, nota semplicemente come umidità. Quando circoliamo con la moto in inverno o la sera, la temperature esterna al casco è decisamente inferiore rispetto a quella interna, soprattutto nei caschi integrali. Ebbene, quando questa umidità interna al casco entra in contatto con la visiera fredda, si raffredda velocemente. Pertanto, le molecole d’acqua passano dallo stato gassoso a quello liquido, generando microscopiche goccioline che appannano la visiera impedendo la corretta visione. Per tale motivo notiamo acqua sulla parte interna della visiera quando fuori fa freddo, un po’ come avviene nel parabrezza dell’auto nelle giornate di pioggia invernali.

I fattori che contribuiscono maggiormente all’appannamento sono:

  • Differenza di temperatura tra interno casco e ambiente esterno: minore è la differenza, minore sarà la condensa che si andrà a formare sulla parte interna della visiera.
  • Umidità interna al casco che aumenta a causa della respirazione e traspirazione del corpo, oltre alle condizioni meteorologiche che ci accompagnano (pioggia, nebbia).
  • Ventilazione inadeguata, provocata dalla non sufficiente prese d’aria sul casco e da una mancanza di ricambio d’aria interna.
  • Visiera non trattata: visiere senza rivestimenti anti-appannamento.
  • Sporcizia e impronte: residui di sporco e grasso favoriscono la condensa.
pulizia visiera
Prodotto per la pulizia delle visiere

Di conseguenza, per evitare l’appannamento bisognerebbe agire su questi fattori, ad esempio mantenendo una temperatura interna simile a quella esterna, riducendo l’umidità interna e migliorando la ventilazione, oltre a tenere sempre pulita la parte interna e esterna della visiera. Adesso entriamo nel dettaglio e vediamo quindi i metodi più efficaci.


Prodotti anti-appannamento professionali

I caschi di alta qualità incorporano di solito visiere con trattamenti anti-appannamento avanzati. I principali sono:

Rivestimento anti-appannamento si tratta di uno strato di materiale sottile e idrofobico che viene applicato nella parte interna della visiera, questo favorisce il deflusso delle goccioline d’acqua e ne impedisce la condensa.

Visiera con PINLOCK
PINLOCK

La visiera con dispositivo Pinlock è una geniale invenzione che risolve il problema dell’appannamento all’interno del casco. A differenza di una normale visiera, è composta da un foglio plastificato sovrapposto alla visiera (nella parte interna) e nel mezzo vi è uno strato d’aria. La parte esterna è la classica visiera trasparente in policarbonato che vediamo dal di fuori del casco. Quello interno invece è un sottile foglio speciale, invisibile, che ha un rivestimento anti-appannamento. Lo strato interno si ferma tramite i due “Pin” posizionati nella parte più estrema della visiera, semplicemente incastrando la pellicola “Pinlock“.

Questi due strati, uniti ma non completamente attaccati, lasciano nel mezzo uno spazio vuoto di pochi millimetri. Ed è proprio questo spazio d’aria l’elemento magico! Si sfrutta ancora una volta la fisica L’aria fa da barriera isolante, impedendo all’umidità di condensarsi sulla superficie interna della visiera e appannarla.

In questo modo, anche se si respira all’interno del casco, il vapore acqueo caldo e umido non tocca direttamente la visiera esterna.. Così la visiera resta limpida e trasparente, garantendo una visione perfetta e sicura.

Visiera con FogTech

E’ una tecnologia sviluppata dalla Shoei e installata sulle visiere dei propri caschi. In sostanza vengono applicati microscopici punti idrofobi (respinge l’acqua) che creano uno strato invisibile lungo tutta la visiera interna del casco. Quando si respira, le gocce anche se si formano, scorrono via senza appannare la visiera

Trattamenti BluTech e No Fog
offerta libro Due Ruote in Perfetta forma di DuoMoto.it
Due Ruote in Perfetta Forma: Guida e Registro di Manutenzione.
Disponibile al prezzo di un aperitivo su Amazon.it, Clicca qui

BluTech e No Fog sono tecnologie anti-appannamento sviluppate rispettivamente dai produttori di caschi Schuberth e Nolan. Entrambe sfruttano dei particolari rivestimenti che vengono applicati sulla superficie interna della visiera per evitare la fastidiosa condensa. In sostanza il rivestimento devia il flusso di calore e di umidità, creando uno strato idrofobico che evita la condensa e lascia la visiera trasparente. Nel caso di BluTech della Schuberth, si tratta di un sottilissimo coating blu, mentre la No Fog della Nolan viene usato un coating trasparente

Queste tecnologie garantiscono visiere resistenti all’appannamento anche in condizioni estreme. Hanno costi più elevati ma sono la soluzione ideale per chi usa la moto tutto l’anno o in climi umidi.

Metodi Fai-da-TE

I motociclisti sono noti per la loro abilità di arrangiarsi con poco. Vediamo allora quali soluzioni fai-da-te geniali possiamo adottare per contrastare il vapore acqueo e l’appannamento della visiera a costozero. Adatto a chi vuole spendere poco e non vuole rinunciare ad una visiera limpida, con i validi rimedi della nonna facili ed economici.

Certo, non possiamo aspettarci la stessa durata delle tecnologie avanzate usate dalle case produttrici. Ma con un po’ di manualità e olio di gomito, si possono ottenere discreti risultati anti-appannamento spendendo pochi euro e sfruttando semplici ingredienti che tutti abbiamo già in casa. È sorprendente quello che si può fare con un po’ di dentifricio, una patata o del comune sapone liquido. Certo, la visiera si appannerà prima rispetto ad un coating professionale, ma nel frattempo avremo risparmiato e ci saremo anche divertiti a sperimentare.

  • Dentifricio: applicare una piccola quantità con un panno e strofinare sulla visiera. Rimuovere l’eccesso. L’effetto dura alcune ore. Attenzione ai caschi che hanno già l’antiFog (vedi prodotto spray), perché il dentifricio è abrasivo e potrebbe rimuovere queste protezioni installate dal produttore.
  • Sapone liquido: distribuire una goccia di sapone neutro, tipo quello dei piatti, sulla visiera e strofinare delicatamente. Rimuovere e asciugare l’eccesso do sapone con un panno, prima umido e poi asciutto.
  • Saliva: se ci troviamo nel bel mezzo del nulla, possiamo strofinare la visiera con un panno umido di saliva. E’ una soluzione un po’ spartana, ma la saliva contiene sostanze tensioattive che evitano un po’ l’appannamento.
  • Patata cruda: strofinare metà patata sulla visiera, poi risciacquare e asciugare. Gli amidi contenuti nella patata, creano una pellicola idrofoba sulla visiera che evita il depositarsi dell’umidità, e di conseguenza, della condensa.
  • Amido di mais: si usa molto in cucina per amalgamare i piatti o nei dolci, è molto simile come consistenza alla farina. Occorre mescolare un po’ d’acqua e dell’amido di mais fino ad ottenere una crema. Stendere sulla visiera questo miscuglio e far asciugare e rimuovere la parte in eccesso prima di indossare il casco.
  • Olio da cucina: applicare poche gocce d’olio sulla visiera con un panno morbido. Rimuovere l’eccesso dopo qualche minuto. L’olio sporcherà la visiera che accumulerà velocemente sporco e polvere, ma almeno si evita di poco l’appannamento.
  • Sapone per vetri: questo prodotto ha un effetto idrorepellente sui vetri, quindi funziona anche sulla plastica. Applicare una piccola quantità con un panno e rimuovere l’eccesso di liquido.
  • Detergente per lenti: usare pochissime gocce di detergente specifico per lenti o occhiali come indicato nel nelle istruzione del prodotto.
  • Ammorbidente: versarne una piccola quantità di liquido su un panno e strofinare sulla visiera. Attendere qualche minuto e rimuovere l’eccesso di sapone. Questo prodotto creerà uno strato idrorepellente sulla visiera.

Questi rimedi casalinghi sono economici e facili da applicare, tuttavia hanno una durata limitata. Sarà necessario ripetere l’applicazione frequentemente per ottenere risultati soddisfacenti. Tutti i rimedi appena visti possono essere utilizzati sia all’interno, ma anche all’esterno della visiera.

Consigli per prevenire e ridurre l’appannamento

offerta libro Due Ruote in Perfetta forma di DuoMoto.it
Due Ruote in Perfetta Forma: Guida e Registro di Manutenzione.
Disponibile al prezzo di un aperitivo su Amazon.it, Clicca qui

Oltre a fare affidamento su prodotti specifici anti-appannamento, esistono alcune strategie e accorgimenti pratici che possiamo mettere in atto per prevenire il problema dell’appannamento della visiera alla radice.

  • Aprire leggermente la visiera, anche di pochi millimetri: favorisce la ventilazione.
  • Mantenere le prese d’aria frontali e posteriori aperte: questo consente il ricambio d’aria interno al casco.
  • Usare protezioni per il collo: impediscono all’umidità di entrare dal bordo inferiore del casco.
  • Indossare una bandana o un passamontagna: assorbe sudore e umidità della testa.
  • Aprire tutte le fessure: il flusso d’aria va controllato e ottimizzato in caso di appannamento.
  • Pulire e sgrassare visiera: sporco e impronte digitali favoriscono la condensa.

Seguendo questi consigli si riduce notevolmente il rischio di appannamento della visiera. Abbinati ad un prodotto anti-appannamento professionale o fai-da-te, permettono di tenere la visiera limpida in quasi tutte le condizioni di guida e atmosferiche.

Come scegliere il casco?

Scegliere un casco dotato di un sistema anti-appannamento davvero efficace può fare la differenza nell’esperienza di guida, specialmente nei mesi più freddi e umidi. Ma con le tante tecnologie e modelli disponibili, come capire quale visiera resiste meglio alla condensa? Ecco alcuni utili consigli per identificare il casco con la migliore visiera anti-appannamento:

  • Tecnologia anti-appannamento: meglio se presente uno dei trattamenti professionali descritti sopra e verificare se è presente il rivestimento interno in “coating”.
  • Ventilazione: optare per modelli con prese d’aria frontali, estrattori sulla mentoniera e aperture multiple.
  • Estrazione visiera: alcuni caschi hanno la visiera a sgancio rapido, che agevola la pulizia e l’applicazione di prodotti anti-appannamento.
  • Pinlock: verificare se la visiera ha il dispositivo Pinlock che riduce la condensa, ma questo è disponibile solo su caschi di alta gamma.
  • Qualità della visiera: prediligere policarbonato o Lexan di spessore adeguato, più resistenti delle normali visiere economiche non trattate.

Manutenzione e pulizia della visiera

pulitore antifog

Per preservare nel tempo le caratteristiche anti-appannamento di una visiera, è importante eseguire regolarmente una corretta pulizia e manutenzione. La visiera va lavata frequentemente con acqua tiepida e sapone neutro oppure con detergenti specifici, usando sempre un panno morbido e delicato. Bisogna evitare assolutamente sfregamenti eccessivi, solventi aggressivi o strofinacci ruvidi, per non graffiare lo strato interno anti-appannamento. Asciugare tamponando delicatamente con un panno asciutto evitando assolutamente di strofinare.

Per lo sporco resistente si può usare una soluzione al 75% di acqua e 25% alcool etilico (tre parti di acqua e una di alcool), mentre per sgrassare a fondo sono indicati prodotti o salviette apposite. Importante rinnovare i trattamenti idrorepellenti secondo le istruzioni del produttore. Anche controllare l’integrità delle guarnizioni e lubrificare le parti mobili fa parte della manutenzione. Le visiere graffiate o gravemente danneggiate vanno sostituite al più presto. Queste oltre ad appannarsi, riflettono eccessivamente la luce del sole e dei fari delle autovetture, accecando la vista.

Seguendo questi accorgimenti e i consigli specifici del produttore, è possibile mantenere la visiera in condizioni ottimali, conservando intatte le sue proprietà anti-appannamento anche dopo molto tempo. Una visiera ben tenuta e pulita a fondo avrà prestazioni anti-appannamento nettamente superiori e durerà molto più a lungo.

Cosa fare quando la visiera si appanna?

Quando malauguratamente ci si trova a guidare con la visiera del casco completamente appannata, è importante mantenere la calma e intervenire prontamente con alcuni metodi d’emergenza per ripristinare la visibilità, almeno temporaneamente. Il primo passo è aprire la visiera di 2-3 centimetri: questo favorisce il ricambio d’aria interna con quella esterna più secca, riequilibrando le temperature.

Anche dirigere le prese d’aria frontali verso la superficie interna può far defluire aria e contrastare la condensa. Se disponiamo di ventilazione interna o estrattori sulla mentoniera, è il momento di attivarli. Durante la marcia, sollevare periodicamente la parte anteriore della visiera in modo che il flusso d’aria esca verso il basso può aiutare.

Oppure, quando è possibile farlo, alzare completamente la visiera per 10-20 secondi – proteggendo però gli occhi – permette di cambiare velocemente l’aria caldo-umida all’interno. Come ultima risorsa, una volta fermi possiamo applicare un po’ di saliva con un fazzoletto sulla superficie interna per sfruttare l’effetto anti-appannante. Con questi rimedi d’emergenza si può migliorare temporaneamente la situazione.

Conclusioni

L’appannamento della visiera è un problema frequente per i motociclisti e ne compromette la visuale durante la marcia. Fortunatamente esistono oggi diverse soluzioni efficaci, sia prodotti professionali che rimedi casalinghi economici.

Adottando gli accorgimenti suggeriti e dedicando una corretta manutenzione al casco e alla visiera, è possibile prevenire quasi totalmente il fastidioso appannamento, anche nelle condizioni più estreme.

Quello che forse conta maggiormente è la scelta di un casco di qualità con un sistema avanzato di ventilazione e anti-appannamento. Questo rappresenta la soluzione migliore per avere sempre una visuale perfetta.

Se hai trovato questo articolo utile, vieni a scoprire un mondo di contenuti unici e affascinanti! Iscriviti alla nostra pagina Facebook e visita il nostro profilo Instagram.